EPDA Charter

La Carta Mondiale dei Diritti delle persone con Malattia di Parkinson

La prima Giornata mondiale della Malattia di Parkinson fu tenuta nell’Aprile del 1997 e commemorava la nascita del Dottor James Pakinson. Nell’occasione fu promulgata da EPDA la “Carta Mondiale dei Diritti delle persone con Malattia di Parkinson“, detta EPDA CHARTER.

Quella fu la prima di una successione di celebrazioni della Giornata Mondiale Annuale del Parkinson il cui obiettivo è quello di innalzare il profilo della Malattia di Parkinson e aumentare la sensibilizzazione del pubblico.

Con il supporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che sponsorizza la Giornata Mondiale del Parkinson, la Carta dei Diritti chiarisce il punto centrale e i diritti delle Persone con Parkinson, delle loro famiglie e degli operatori sanitari che lavorano assieme per promuovere la conoscenza e alzare il profilo del Parkinson.

La Carta Mondiale dei Diritti delle persone con malattia di Parkinson, promulgata l’11 Aprile 1997, afferma che le persone con Parkinson hanno il diritto di:

  • Essere indirizzate a un medico con una competenza specifica nel Parkinson
  • Ricevere una diagnosi accurata
  • Avere accesso ai servizi di sostegno
  • Ricevere cure continuative
  • Partecipare alla gestione della malattia 

Vedi anche: EPDA – European Parkinson’s Disease Association

6 risposte a EPDA Charter

  1. Pingback: La grande inchiesta EPDA “Move For Change”: un’iniziativa che viene da lontano | Parkinson Italia ONLUS

  2. Randi carolina ha detto:

    Mi chiedo se esistono questi diritti perché tutte volte che mi rivolgo a un medico specialista per avere cure mirate e continuative di fisioterapia e logopedia mi viene sempre risposto che per questi pazienti cronici non ci sono soldi e quindi viene concesso a fatica solo un ciclo di cure all’anno!!!

  3. Francesca ha detto:

    Purtroppo è così.
    E forse con la nuova “manovra” economica del Governo le risorse saranno decurtate ulteriormente.
    Questo è solo uno dei tantissimi motivi per cui è meglio stare insieme, uniti. Raccoglierci in associazioni e far sentire la nostra voce, difendere i nostri diritti.

  4. marco ha detto:

    ciao,ho 45 anni,da due con il park…ho perso tutto,sono andato in depressione.fortunatamente,neurologo,medico di base,famiglia e amici,mi hanno aiutare ad avere nuovamente fiducia in me.inparare ad usare questo corpo che non risponde,sopportare il dolore,difficolta’ quotidiane e ignoranza..
    ok,tagli alla sanita’.sono daccordo,tiriamo la cinghia noi malati,quindi meno lavoro per addetti alla sanita’, dottori,assistenti sociali giustamente stipendiati e potrebbero essere usati meglio o cercarsi un lavoro come fanno tutti.ed ecco il mio iter:in 15 mesi 5visite medico legali con le nuove normative.legale perche’ quello che dichiara e legge.possiamo fare ovviamente ricorso.

    1) invalido al 75% lavorativamente inabilita’ PERMANENTE dal 74% al 99%
    2) invalido al 75% llavorativamente meno di un terzo 33% wow sono migliorato.
    3) comissione asl riconferma,mi concedono assistenza domiciliare 6 ore a settimana,per
    pulizie comissioni e accompagnato.che o tuttora.
    4) invalido al 75% ma non a bisogno dell’accompagnamento.ri wow sono migliorato.
    5) domattina x tagli,verifica.per vedere se ho i requisiti per tenere una cosa che mi
    hanno tolto 1 mese fa’ per altri requisiti che non avevo piu…??? boh!!!
    TUTTE DICHIARAZIONI DI VALORE LEGALE . 5 in 15 mesi.
    Ogniuna sconferma quella dell’altro,ma tutti ti mandano la letterina x confermare che sono invalido.GRAZIE,lo vedo tutte le mattine quando a fatica vado al wc e mi guardo allo specchio.
    ma che tagli sono e che giuramento di ipocrate hanno fatto.
    ma sanno cos’è il park,cosa proviamo e cosa viviamo soprattutto nei primi anni.
    Trovare la terapia giusta abbinando farmaci,dosaggi orari,la settimana scorsa ho ricominciato tutto da capo.
    Non aggiungo altro,a voi le conclusioni.CIAO
    .

  5. Cesaro Paolo ha detto:

    Vorrei essere sempre informato

Rispondi a Cesaro Paolo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...